Didattica

La Fondazione Memoria della Deportazione intende operare al fine di rendere attiva nei giovani la memoria dell’antifascismo, della Resistenza e della vicenda concentrazionaria, nella convinzione che tale memoria, sorretta dalla costruzione di un’adeguata coscienza storica, sia costitutiva della maturazione civile.

Riteniamo fondamentale a tale scopo l’indagine su tutte le anime dell’antifascismo, su tutte le forze che hanno contribuito alla Liberazione, nonché su tutte le cause che hanno generato il fenomeno della deportazione, diverse nelle dinamiche e nelle caratteristiche, ma identiche nella tragedia delle conseguenze.

Siamo così convinti di interpretare nel modo migliore gli intenti della legge n. 211 del Parlamento italiano del 20 luglio 2000 che invita a ricordare «la Shoah (sterminio del popolo ebraico), le leggi razziali, la persecuzione italiana dei cittadini ebrei, gli italiani che hanno subìto la deportazione, la prigionia, la morte, nonché coloro che, anche in campi e schieramenti diversi, si sono opposti al progetto di sterminio, ed a rischio della propria vita hanno salvato altre vite e protetto i perseguitati», ma anche esorta ad adoperarsi «affinché simili eventi non possano mai più accadere».

Legge 20 luglio 2000, n. 211

“Istituzione del “Giorno della Memoria” in ricordo dello sterminio e delle persecuzioni del popolo ebraico e dei deportati militari e politici italiani nei campi nazisti”

(Gazzetta Ufficiale n. 177, 31 luglio 2000)

Art.1

La Repubblica italiana riconosce il giorno 27 gennaio, data dell’abbattimento dei cancelli di Auschwitz, “Giorno della Memoria”, al fine di ricordare la Shoah (sterminio del popolo ebraico), le leggi razziali, la persecuzione italiana dei cittadini ebrei, gli italiani che hanno subìto la deportazione, la prigionia, la morte, nonché coloro che, anche in campi e schieramenti diversi, si sono opposti al progetto di sterminio, ed a rischio della propria vita hanno salvato altre vite e protetto i perseguitati.

Art.2

In occasione del “Giorno della Memoria” di cui all’articolo 1, sono organizzati cerimonie, iniziative, incontri e momenti comuni di narrazione dei fatti e di riflessione, in modo particolare nelle scuole di ogni ordine e grado, su quanto è accaduto al popolo ebraico e ai deportati militari e politici italiani nei campi nazisti in modo da conservare nel futuro dell’Italia la memoria di un tragico ed oscuro periodo della storia nel nostro Paese e in Europa, e affinché simili eventi non possano mai più accadere.

***

Con tale scopo operiamo, cercando un continuo confronto con i primi nostri interlocutori che sono gli insegnanti e gli studenti.

A tal fine il direttore Massimo Castoldi ha costituito una Commissione didattica interna, della quale possono essere membri tutti coloro che, per almeno due anni consecutivi, hanno collaborato a vario titolo, ma con esperienze dirette, alla didattica della Fondazione.


Ultimi eventi

Le parole usate e abusate della politica e dei media: razza

Le parole usate e abusate della politica e dei media: razza

Milano, 5 novembre 2018. Sono aperte le iscrizioni al primo ciclo della seconda edizione della Winter School di Storia Contemporanea 2018-2019 dedicato al tema della Razza.

Il ciclo sarà a cura del prof. Marcello Flores con Roberto Roveda e Paolo di Stefano e si terrà presso la Sala Aniasi, Circolo di via De Amicis 17 Milano, per quattro lunedì del mese di novembre dalle ore 18 alle 19.30 dal 5 al 26 novembre 2018.

A Castano Primo. Antisemitismo, guerra e deportazione. Sguardo storico e processi socio-culturali

A Castano Primo. Antisemitismo, guerra e deportazione. Sguardo storico e processi socio-culturali

Il 30 ottobre 2018 inizierà un nuovo progetto didattico della Fondazione Memoria della Deportazione con l’Istituto d’Istruzione Superiore Statale (IISS) “Giuseppe Torno” di Castano Primo (MI). Il progetto si articolerà in una serie di incontri che prepareranno un gruppo di studenti per un viaggio della Memoria all’ex-campo di sterminio di Auschwitz-Birkenau e alla città di Cracovia. Il progetto avrà inizio con una lezione del prof. Massimo Castoldi sul tema Antisemitismo, guerra e deportazione. Sguardo storico e processi socio-culturali, seguita da un incontro dibattitto con gli studenti delle classi quinte.

La razza nemica. L’antisemitismo fascista a Bologna

La razza nemica. L’antisemitismo fascista a Bologna

Nei mesi di maggio, giugno e luglio 2018 l’Archivio di Stato di Bologna propone una serie di iniziative sul tema del rapporto tra razzismo e fascismo: una mostra documentaria, che sarà inaugurata sabato 5 maggio, quattro conferenze, visite guidate in italiano e in inglese. La Fondazione Memoria della Deportazione, patrocinando gli eventi consolida una collaborazione avviata nel 2015 con la mostra e la giornata di studi su Ermanno Loevinson. Tutto diventerà presto un libro su nostra iniziativa.

Lezione sulle leggi razziali in preparazione di un viaggio a Berlino

Lezione sulle leggi razziali in preparazione di un viaggio a Berlino

A Casalecchio di Reno (BO), il 26 marzo 2018, il prof. Massimo Castoldi parlerà al liceo “Leonardo da Vinci” con una lezione introduttiva sulla questione delle leggi razziali e sulle ragioni storiche del fascismo e del nazismo, soffermandosi anche sul tema della propaganda.
Questo in preparazione dell’itinerario di un gruppo di 50 studenti in Germania a Berlino e al campo di Ravensbrück, che si terrà dal 10 al 14 aprile.

Chiude a Pavia la mostra su Alcide Malagugini

Chiude a Pavia la mostra su Alcide Malagugini

Pavia, 28 gennaio 2018. Si chiude oggi a Pavia presso lo spazio Santa Maria Gualtieri in piazza della Vittoria la mostra Alcide Malagugini (1887-1966). Un socialista dai banchi di scuola a quelli del Parlamento. Ringraziamo gli oltre duecento visitatori per i loro suggerimenti e le loro proposte, che fanno riflettere sul ruolo di scuola e politica nella società di oggi.

Alcide Malagugini: una lezione di resistenza civile nel settantesimo della Costituzione

Alcide Malagugini: una lezione di resistenza civile nel settantesimo della Costituzione

A Pavia il 20 gennaio 2018, presso lo spazio Santa Maria Gualtieri in piazza della Vittoria si terrà dalle 9.00 alle 13.00 il convegno Alcide Malagugini 1887-1966. Un socialista dai banchi di scuola a quelli del Parlamento, che presenterà una mostra in venti pannelli, che rimarranno esposti fino al 28 gennaio (ore 10.00-19.00).

Milano e la memoria degli anni del fascismo e dell’occupazione tedesca

Milano e la memoria degli anni del fascismo e dell’occupazione tedesca

Nei giorni 4-5 dicembre 2017 si concluderà nell’aula conferenze della Fondazione Memoria della Deportazione (via Dogana 3, Milano) il corso di formazione “Per una didattica della deportazione. Sfide e modelli in Europa”. Interverranno insieme agli oltre sessanta docenti, che hanno aderito alla nostra proposta, Francesca Costantini (Fondazione CDEC) Roberta Cairoli (Istituto di storia contemporanea “Per Amato Perretta” di Como) e Massimo Castoldi (Fondazione Memoria della Deportazione). Il focus della giornata sarà sui luoghi della memoria della città di Milano e sul dialogo tra le diverse fonti documentarie.

Inaugurazione della mostra Le conferenze di Zimmerwald e Kiental e l’opposizione alla Grande guerra

Inaugurazione della mostra Le conferenze di Zimmerwald e Kiental e l’opposizione alla Grande guerra

Martedì 28 novembre 2017, ore 17.00, presso la sala conferenze della Fondazione Memoria della Deportazione (via Dogana 3 Milano, 2° piano) si inaugura la mostra “Le conferenze di Zimmerwald e Kiental e l’opposizione alla Grande Guerra”. L’evento è organizzato dalla Fondazione Memoria della Deportazione e dal Centro Filippo Buonarroti.

Per una didattica della deportazione. Sfide e modelli in Europa

Per una didattica della deportazione. Sfide e modelli in Europa

Il 25 ottobre 2017, ore 9.00-18.30 presso l’Aula Crociera Alta di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Milano si terrà il Convegno internazionale “Per una didattica della deportazione. Sfide e modelli in Europa” organizzato da Fondazione Memoria della Deportazione, Fondazione Fossoli, Dipartimento di Studi Storici dell’Università degli Studi di Milano, Rete Universitaria Giorno della Memoria.